Benvenuto nel portale del Comune di Bergamo (BG) - clicca per andare alla home page
cerca nel sito
motore di ricerca
>
Chiesa di Sant'Alessandro della Croce

Secondo la leggenda, la chiesa, documentata per la prima volta nel 1183, risale ai tempi del martirio di Sant’Alessandro. Ricostruito tra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento, l’interno presenta un’ampia navata, con tre cappelle per lato, di cui le due centrali con cupoletta. Gli arredi sono per la maggior parte successivi alla ristrutturazione, con l’eccezione di alcune grandi tele della fine del Cinquecento.
La facciata è realizzata, nel primo Novecento, su disegno dell’architetto Virginio Muzio.

Sulla parete a sinistra dell’entrata si trovano “La Trinità” di Lorenzo Lotto e “Cristo Crocefisso con la Vergine e San Giovanni Evangelista” di Andrea Previtali (firmato e datato 1523), mentre sulla parete a destra “San Sebastiano – San Defendente” di Agostino Facheris da Caversegno. Le due tele costituivano originariamente le pareti laterali di un trittico, al centro del quale vi era la statua di San Rocco.
Nella prima cappella di destra si trova oggi l’urna vuota di quella che è stata la tomba di Sant’Alessandro e nella seconda cappella un altare intarsiato, opera di A. Fantoni.
Sulla controfacciata si può osservare un dipinto di G.B. Moroni “Incoronazione della Vergine”, realizzato per la distrutta chiesa della S.S. Trinità, dove già si trovava anche l’omonimo dipinto di Lotto.
Anche nella sacrestia vi sono opere notevoli, come la “Crocifissione con i Santi Sebastiano, Giovan Battista e un devoto” di G.B. Moroni.

Indirizzo: via Pignolo, 81

data ultima modifica: 23/10/2017



Comune di
BERGAMO
Indirizzo: Palazzo Frizzoni, piazza Matteotti, 27 - 24122 Bergamo
Telefono: 035.399.111    Fax: 035.0662696
P.Iva: 00636460164
Posta elettronica certificata (PEC):  protocollo@cert.comune.bergamo.it