Benvenuto nel portale del Comune di Bergamo (BG) - clicca per andare alla home page
ti trovi in: HOME » La città » Storia » Personaggi illustri » Andrea Fantoni
cerca nel sito
motore di ricerca
>
Andrea Fantoni

Fantoni


(Rovetta, Bergamo, 1659 - Bergamo 1734). È tra gli artisti più noti e documentati della scultura camuna. Si formò alla scuola di Pietro Ramus, ma ebbe rapporti con gli ambienti culturali dell'Italia settentrionale, da cui apprese tecniche e modelli aggiornati. Operò con il padre, i fratelli, e i collaboratori, cui sarebbero seguiti nipoti e pronipoti, in una grande bottega, nella quale si lavorava anche il marmo e si produceva una straordinaria varietà di manufatti, di buon livello artistico e di intenso di messaggio religioso. Andrea è ritenuto giustamente il massimo esponente della famiglia. La prima notizia riguardante la sua educazione artistica risale al 2 luglio 1674 quando fu accolto in Parma nella bottega di maestro Giuseppe con il quale lavorò ogni giorno a Palazzo Ducale. In Parma rimase solo fino al gennaio del 1675, costretto ad interrompere il suo soggiorno per difficoltà economiche della famiglia; una lettera del 1679 attesta che Andrea risiedeva a Rovetta. E nel 1672, all'età di 23 anni, assunse su di sè il compito di capo bottega, che si trasformerà in quello di capo famiglia alla morte del padre. Quanto Andrea fosse consapevole del suo ruolo e della validità della struttura gerarchica che lo stesso Grazioso il Vecchio aveva dato alla bottega, appare chiaramente nel testamento che egli redasse il 18 settembre 1732. A due anni dalla morte, che sarebbe avvenuta il 25 luglio del 1734, Andrea non si limitò a suggerire ma impose la struttura della bottega per la generazione successiva; considerò, infatti, erede al pari dei fratelli Antonio, Giovan Bettino e Giovanni, nominati in ordine di genitura, il nipote Grazioso, già attivo nella bottega. Fu quindi Andrea a portare la sua bottega in una posizione di altissimo prestigio. Tra le sue opere si segnala: Pulpito marmoreo di S. Martino ad Alzano Lombardo e confessionale di S. Maria Maggiore a Bergamo.

Per saperne di più:
http://www.scuolerovetta.it/museofantoni

data ultima modifica: 22/02/2010



Comune di
BERGAMO
Indirizzo: Palazzo Frizzoni, piazza Matteotti, 27 - 24122 Bergamo
Telefono: 035.399.111    Fax: 035.0662696
P.Iva: 00636460164
Posta elettronica certificata (PEC):  protocollo@cert.comune.bergamo.it
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl  © 2013