Benvenuto nel portale del Comune di Bergamo (BG) - clicca per andare alla home page
ti trovi in: HOME » La città » Storia » Personaggi illustri » Vittore Ghislandi
cerca nel sito
motore di ricerca
>
Vittore Ghislandi

Ghislandi

 


(Bergamo 1655-1747). Figlio del pittore Domenico, fu frate laico al convento bergamasco di Galgario, da cui l'appellativo di Frà Galgario, e ricevette gran parte della formazione artistica a Venezia, presso il famoso ritrattista Sebastiano Bombelli, di cui presto divenne uno scomodo rivale. Fra'Galgario fu tra i più espressivi ritrattisti del Settecento europeo, autore di stupendi ritratti caratterizzati da acuta penetrazione psicologica e improntati ad un realismo tipicamente lombardo. Tornato al convento, mise in pratica ciò che aveva imparato, ma i suoi ritratti erano ancora in sintonia con la tradizione lombarda. Il gusto per gli effetti cromatici e il bisogno di aderire sempre più al vero, lo portarono ad inventare nuove tecniche e, per renderli ancora più vivi, a dipingere gli incarnati direttamente con le dita, Nella sua galleria di ritratti si possono ammirare il Conte Secco Suardo (Accademia Carrara, Bergamo), il Gentiluomo (Museo Poldi Pezzoli, Milano) e, del 1710, "Giovanni Battista Vailetti" (Gallerie dell'Accademia, Venezia).

Per saperne di più:
http://www.artericerca.com

data ultima modifica: 22/02/2010



Comune di
BERGAMO
Indirizzo: Palazzo Frizzoni, piazza Matteotti, 27 - 24122 Bergamo
Telefono: 035.399.111    Fax: 035.0662696
P.Iva: 00636460164
Posta elettronica certificata (PEC):  protocollo@cert.comune.bergamo.it
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl  © 2013