Benvenuto nel portale del Comune di Bergamo (BG) - clicca per andare alla home page
cerca nel sito
motore di ricerca
>
Monumento a Francesco Nullo

Monumento a Francesco Nullo

Francesco Nullo
Il monumento dopo il restauro.
Durata del restauro: previsti 70 giorni.
Restauro eseguito: dal 16/12/1992 al 20/02/1993.
Spazio pubblicitario: 3x3 metri.
Bergamo - piazza Matteotti

Francesco Nullo nacque a Bergamo il 1° maggio 1826.
Entrò a far parte dei Cacciatori delle Alpi, insieme a numerosi altri bergamaschi, come Camozzi e Cucchi, con i quali visse l'epopea garibaldina.
Insieme a Francesco Cucchi si prodigò per arruolare giovani per la spedizione in Sicilia, dove si distinse per il suo coraggio: fu il primo a piantare la bandiera tricolore in Palermo e, dopo la Vittoria del Volturno, il 1° ottobre 1860, fu nominato colonnello sul campo.
Nel 1863 organizzò un gruppo di bergamaschi per portare aiuto ai polacchi contro l'oppressione della Russia; il 5 maggio il gruppo che comprendeva i volontari italiani varcò il confine russo e fu assalito dall'esercito zarista.
Nullo si lanciò a cavallo sull'argine della trincea, divenendo bersaglio per i nemici e riempiendo di entusiasmo i polacchi.
Dapprima fu colpito il suo cavallo e poi lui stesso. Fu seppellito nel cimitero di Olkusz.
Nel 1907, per onorarlo e ricordarlo, fu eretto il monumento opera di Ernesto Bazzaro.
Nel 1937 i legionari polacchi offersero a Bergamo un'urna contenente terra raccolta sulla tomba dell'eroe italiano, che fu solennemente collocata nel Museo del Risorgimento della città.

Sponsor: Logo Cartemani

data ultima modifica: 26/02/2007