Benvenuto nel portale del Comune di Bergamo (BG) - clicca per andare alla home page
ti trovi in: HOME » Turismo » Esperienze » I luoghi della fede
>
I luoghi della fede

SULLE TRACCE DI SAN GIOVANNI XXIII
In città è possibile visitare vari luoghi che hanno visto il passaggio di San Giovanni XXIII prima e dopo l’elezione a Papa.

La visita ai luoghi Giovannei può cominciare in Città Bassa, all'inizio di viale Papa Giovanni XXIII, dove si trovano la sede del quotidiano L'Eco di Bergamo, di cui Angelo Giuseppe Roncalli fu collaboratore e il Centro Congressi Giovanni XXIII. Spostandosi in Città Alta si possono vedere il Seminario Vescovile Giovanni XXIII, dove Angelo Giuseppe Roncalli entrò prima come studente e poi come docente; la Basilica di Santa Maria Maggiore, dove si raccolgieva in preghiera e celebrava la Messa; la Biblioteca Civica Angelo Mai, di cui Roncalli era assiduo frequentatore e nella quale, nel 1962, gli venne dedicata una Sala ed infine il Duomo, all'interno del quale la Cappella a destra dell'altare maggiore è dedicata alle memorie di San Giovanni XXIII. In Città Alta si trova inoltre l'Ex Casa dello Studente di cui Roncalli fu responsabile e direttore (oggi di proprietà privata). Il nuovo ospedale cittadino, aperto nel dicembre 2012, è dedicato a Papa Giovanni XXIII. 


SULLE TRACCE DI PAPA GIOVANNI XXIII A SOTTO IL MONTE
La pace offerta dalla contemplazione e la serenità interiore che i luoghi della fede sanno infondere è ancor più intensa quando è unita al verde della natura, che in questo itinerario di fede intreccia chiostri e antichi monasteri insieme alla vita di Papa Giovanni XXIII, canonizzato nell’aprile del 2014.

Nel paese natale di Sotto il Monte, poco distante da Bergamo, è possibile visitare vari luoghi giovannei, quali l’Altare Ricordo, la Casa Natale, in cui nacque nel 1881, la Chiesa Santa Maria di Brusicco, il Museo di Cà Maitino, la Chiesa parrocchiale con la Cappella della Pace e infine la Cripta.


IL PATRONO: SULLE TRACCE DI S. ALESSANDRO

Per chi ama i luoghi di fede, la storia e l’arte può abbandonarsi a questo percorso per scoprire Bergamo seguendo il fil rouge del suo patrono.

L’itinerario parte dalla via a lui dedicata nel cuore della Città Bassa, nonché borgo storico, dove sorge una delle chiese a lui intitolate: S. Alessandro in Colonna. La chiesa ha come simbolo una colonna d'epoca romana, in ricordo del luogo del suo martirio. Percorrendo tutta la via si giunge allo Spalto di San Giacomo, alle porte di Città Alta. Imboccando il viale delle Mura si raggiunge Colle Aperto, da dove, attraversando Porta Sant'Alessandro, si arriva in Borgo Canale. Qui prima della costruzione delle Mura Veneziane sorgeva la “Cittadella Alessandrina”. L'antico complesso è commemorato, proprio all'inizio della via, da una colonna e da una lapide marmorea raffigurante un’ipotetica ricostruzione. Il documento, il più antico che nomina la Basilica Alessandrina e il martire Alessandro, è un testamento del 774 d.C. Diversi documenti testimoniano anche la presenza di una Corte di Sant'Alessandro, al cui interno si trovavano due chiese: quella di S. Alessandro e quella di S. Pietro. Viene inoltre riportato che la Basilica Alessandrina, al cui interno era sepolto il Santo, era vicina alla porta detta di Sant'Alessandro e nei pressi vi erano edifici con funzione di residenza, assistenza e ospitalità. I terreni intorno, di proprietà del Vescovo, erano denominati "Vigna di S. Alessandro". In via Borgo Canale si trova la chiesa di Santa Grata inter Vites con gli affreschi "Santa Grata che porge la testa di S. Alessandro a San Lupo" e "S. Alessandro nella gloria di Santa Grata". L’itinerario prevede il rientro nel cuore di Città Alta sino a Piazza Duomo, dove sorge la Cattedrale di S. Alessandro Martire (Duomo). All'interno diverse sono le opere legate al Santo Patrono. Sulla sommità della cupola si trova la statua di S. Alessandro vessillifero, sulla facciata vi è il gruppo in bronzo di S. Alessandro onorato da un angelo e le due statue in marmo di S. Fermo e S. Rustico.
Da piazza Duomo si imbocca la tranquilla e defilata via Donizetti sino in Piazza Mercato delle Scarpe, da cui scendere lungo via Porta Dipinta sino a via Pignolo; all’altezza della Fontana del Delfino sorge la chiesa di S. Alessandro della Croce. L'altare liturgico è costituito da un'antica arca di pietra che la tradizione vuole provenga dalla Basilica di S. Alessandro. In fondo a via Pignolo si imbocca via Borgo Palazzo, per incrociare poi via Cappuccini, dove si trova la chiesa di S. Alessandro in Captura, annessa al convento dei frati cappuccini, così chiamata perché un'antica tradizione la vuole fondata da Carlo Magno sul luogo dove fu catturato il martire.

IL SILENZIO: SULLE TRACCE DEGLI ANTICHI LUOGHI DI FEDE
Anche nel cuore di una città è possibile meditare e rilassarsi ammirando bellezze architettoniche del passato, soprattutto gli antichi luoghi di fede. Sono numerosi gli angoli di grande fascino e mistica bellezza, in grado di riconciliare anima e corpo grazie alla quiete e al verde.

Una passeggiata a piedi o in biciletta nella serenità dei Colli per raggiungere l’ex monastero di Astino, nell’omonima conca, o quello di Valmarina, sede del Parco dei Colli, consente di rilassarsi grazie alla bellezza paesaggista che si può osservare. Lo stesso si può vivere in contesto urbano percorrendo le vie più defilate di Città Alta, quali via Arena, via Donizetti o via Rocca, via Solata e via S. Lorenzo. In Città Bassa è possibile fermarsi a contemplare e meditare nel Chiostro dell’ex Convento di Santa Marta o nella ex Chiesa della Maddalena, sede tra l’altro di interessanti esposizioni d’arte. Anche i numerosi parchi, veri polmoni verdi della città, sono mete ideali per fare una pausa dopo le passeggiate e le visite culturali, magari leggendo un libro o degustando una specialità delle panetterie e gastronomie bergamasche.


 

data ultima modifica: 19/08/2015

in evidenza


Comune di
BERGAMO
Indirizzo: Palazzo Frizzoni, piazza Matteotti, 27 - 24122 Bergamo
Telefono: 035.399.111    Fax: 035.0662696
P.Iva: 00636460164
Posta elettronica certificata (PEC):  protocollo@cert.comune.bergamo.it
scegli la modalità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica