Intervento PDZ167 n. 40 - via Polaresco

  1. Il principio insediativo in rapporto alla sequenza degli edifici e degli spazi aperti così come evidenziato nella tavola n. 4 è vincolante.
  2. Il progetto di intervento deve valorizzare e sfruttare i dislivelli del terreno esistenti, con possibilità d’impostare il caposaldo altimetrico ad una quota inferiore rispetto al piano strada, tale da ridurre l’ingombro visivo dei nuovi edifici: i caposaldi altimetrici per l’edificio A e per l’edificio B devono essere contenuti rispettivamente entro il limite massimo di 240,5 e di 238,0.
  3. Il verde pubblico dovrà essere adeguatamente piantumato lungo la fascia laterale alla Briantea in modo da creare un adeguato filtro verde tra le abitazioni e l’infrastruttura e la pista ciclopedonale dovrà connettersi con quella prevista esterna al comparto di intervento.
  4. All’art.126 delle N.T.A. del P.R.G. l’intervento verrà così individuato: O F U P.U. P ne 26 Via Polaresco sistema: V4 R: m³ 5.350 h max: 3 piani Intervento inserito nel P.d.Z. - inserire prescrizioni particolari.