Quali sono le aliquote IMU nel Comune di Bergamo?

ALIQUOTE IMU ANNO 2019

 

ABITAZIONE PRINCIPALE

Aliquota dello 0,40 per cento per le sole abitazioni di categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze (una per ogni categoria catastale C/2, C/6 e C/7). Detrazione fissa € 200 (detrazione figli abolita).
Per tutte le altre abitazioni principali e per i fabbricati rurali l'imposta non è dovuta.

ALTRI IMMOBILI

Aliquota di base dell'1,06 per cento

Altre aliquote:

0,76 per cento  per l'unità immobiliare classificata nel gruppo catastale D/7, ospitante un'attività produttiva P1 o P3 dell'art.15.3 del Piano delle Regole del PGT, insediatasi nel corso dell'annualità 2017, avente una delle seguenti caratteristiche:
a) nuova costruzione con destinazione d'uso legata alla produzione ed individuata come funzione P1 o P3, come declinate dall'art. 15.3 del Piano delle Regole del PGT;
b) nuova destinazione d'uso connessa alla funzione della produzione ed individuata come funzione produzione P1 o P3 di cui all'art.15.3 del Piano delle Regole del PGT;
c) se avente una destinazione d'uso connessa alla produzione, sia rimasta inutilizzata da almeno un biennio, come dimostrato dai documenti risultanti in Camera di Commercio o SUAP;
0,60 per cento per l’unità immobiliare concessa in locazione a titolo di abitazione principale, e per le pertinenze ammesse, alle condizioni definite dagli accordi di cui al comma 3 dell’articolo 2 della legge 9 dicembre 1998, n. 431;
0,90 per cento per gli alloggi e le relative pertinenze, regolarmente assegnati a soggetti ivi residenti e dimoranti, posseduti dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP, istituiti in attuazione dell'articolo 93 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616;
0,76 per cento per gli immobili appartenenti alla categoria catastale C1 che siano, oltre che utilizzati, anche posseduti dallo stesso soggetto utilizzatore ai fini di attività di cui all’art. 65 del D.Lgs. 59 del 26/03/2010 (esercizi di vicinato);**
0,76 per cento per gli immobili appartenenti alla categoria catastale C1 che siano, oltre che utilizzati, anche posseduti dallo stesso soggetto utilizzatore ai fini di attività di cui all’art. 64 del D.Lgs. 59 del 26/03/2010 con consistenza catastale inferiore o pari a 100 mq (attività di somministrazione di alimenti e bevande);**
0,76 per cento per gli immobili appartenenti alla categoria catastale C1 che siano, oltre che utilizzati, anche posseduti dallo stesso soggetto utilizzatore ai fini di di attività artigianale comprovata da iscrizione all’apposito albo, e che abbiano consistenza catastale inferiore o pari a 100 mq;**
0,96 per cento per gli immobili concessi in uso gratuito a titolo di abitazione principale e relative pertinenze (C2, C6 e C7 limitatamente ad una unità per ciascuna categoria) dal possessore a genitori o figli; **
0,76 per cento per tutti i terreni (1,06 per cento per le aree fabbricabili).