Informare chi arriva dall'Ucraina

palazzo Frizzoni con bandiera ucraina

In questa pagina trovi alcune importanti e utili informazioni per il tuo soggiorno in Italia.

Per qualsiasi informazione scrivi all'indirizzo: bergamo.ucraina@comune.bergamo.it.

Approfondimenti

Permessi

Le cittadine e i cittadini ucraine/i possono stare in Italia con il visto turistico per 90 giorni, pertanto in questo lasso di tempo sono considerati regolari sul territorio italiano.

Protezione temporanea Per ottenere la protezione temporanea le persone ucraine, in fuga dalla guerra, devono segnalare all'ingresso in Italia la propria presenza, possono farlo autonomamente prendendo appuntamento in Questura o rivolgendosi (sempre previo appuntamento) al Consiglio Italiano Rifugiati (CIR).
Tale protezione dà diritto ad un permesso di soggiorno della durata di un anno (rinnovabile) e consente di svolgere attività lavorativa e ricevere assistenza sanitaria.

Chi può richiedere il permesso?
- le/i cittadine/i ucraine/i e loro familiari residenti in Ucraina prima del 24/02/2022 e sfollati dall'Ucraina con ingressi successivi al 24/02/2022
- apolidi e cittadini di Paesi terzi diversi dall'Ucraina e i loro familiari beneficiari di protezione internazionale in Ucraina prima del 24/02/2022.

Trova tutte le informazioni necessarie consultando l'opuscolo della protezione civile.

Consiglio Italiano per i Rifugiati

Il Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR) lavora per favorire l'accesso alla protezione delle persone che fuggono da guerre e persecuzioni e per contribuire a costruire condizioni di accoglienza e integrazione dignitose, nel pieno rispetto dei diritti umani. A Bergamo il CIR nasce da un protocollo d’intesa tra Cooperativa Ruah, Caritas Diocesana Bergamasca, Comune di Bergamo, CGIL, CISL e UIL Patronato San Vincenzo.
Contatti:
- Indirizzo: via del Galgario 3, 24124, Bergamo 
- Aperture: lunedì e giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:30 (senza appuntamento)
- E-mail: bergamocir.onlus@gmail.com
- PEC: cir.bergamo@pecgil.it

Rivolgendosi al CIR quest'ultimo verificherà i documenti, e prenderà appuntamento con la Questura per ottenere il permesso di protezione temporanea valido 1 anno.

Appuntamento presso la Questura

Per evitare assembramenti, coordinare i servizi ed evitare attese vane, è necessario che l'appuntamento venga richiesto esclusivamente utilizzando il modulo predisposto dalla Questura che dovrà essere trasmesso alla stessa all'indirizzo: asilo.quest.bg@pecps.poliziadistato.it.

Segnalazione presenza

Qualora non venisse richiesto il permesso per protezione temporanea, è comunque obbligatorio per chi ospita o da alloggio a stranieri - entro 48 ore dall'ingresso - segnalare la presenza alla Questura o ai Comuni, utilizzando l'apposito modulo.
Il modulo va inviato a:
- Comune di Bergamo: immig.quest.bg@pecps.poliziadistato.it
- Comune di Treviglio: comm.treviglio.bg@pecps.poliziadistato.it
- altri comuni: al Sindaco.

Animali da compagnia

Vademecum per gli animali da compagnia trasportati dall'Ucraina.

Salute

Leggi le informazioni generali utili per l'assistenza sanitaria alla popolazione in arrivo dall’Ucraina nella sezione del sito del Ministero alla Salute.

Le cittadine e i cittadini ucraini arrivate/i o che arriveranno in provincia di Bergamo possono accedere senza appuntamento presso il centro visita dedicato ASST Papa Giovanni XXIII:
- in piazza OMS, 1 24129 Bergamo (presso la tensostruttura adiacente al Pronto Soccorso) 
- nei seguenti orari: mercoledì dalle ore 08:00 alle ore 12:00.

Per dubbi o problematiche scrivere all'indirizzo: emergenza.ucraina@ats-bg.it.

Percorso pediatrico
Dal 4 aprile 2022 prende avvio il percorso dedicato alle/ai minori in fuga dal conflitto in Ucraina con l’intervento di 70 pediatri distribuiti sul territorio provinciale che, su prenotazione, assicureranno l'assistenza sanitaria necessaria.
All'attuale organizzazione, predisposta dalla rete territoriale bergamasca, si affianca un vero e proprio percorso integrativo territoriale dedicato alle/ai minori, grazie ai 70 pediatri di famiglia che hanno aderito in maniera volontaria al progetto.

I genitori/tutori della/del minore potranno contattare direttamente l'ambulatorio più vicino. Consulta:
- le modalità di accesso
- l'elenco dei pediatri.
 

Scuola

L'accoglienza scolastica degli studenti ucraini esuli è organizzata secondo la circolare emanata dal Ministero dell’Istruzione il 4 marzo 2022.
Nonostante la norma italiana tuteli il diritto all'istruzione delle/dei minori e ne impone l'obbligo alla famiglia, per ogni minore presente in Italia si deve procedere con l'iscrizione a scuola.
Sarà cura pedagogica della scuola che strutturerà il piano di studi personalizzato delle/degli studenti agevolare il più possibile l'integrazione del percorso di studi italiano con le lezioni a distanza della scuola ucraina e ciò secondo modalità organizzative delle singole scuole.

Iscrizione
L'iscrizione presso un istituto comprensivo (scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado) o una scuola secondaria di secondo grado avviene direttamente presso l'istituto contattando la segreteria.
Per conoscere quale è l'istituto comprensivo del proprio territorio (con riferimento al Comune di Bergamo) consulta:
Le scuole a Bergamo.
Per l’orientamento alla scuola secondaria di secondo grado rivolgiti all'Informagiovani e per la mediazione al Centro territoriale per l'inclusione.

Mensa
Per quanto riguarda la ristorazione scolastica (mensa), l'Amministrazione comunale di Bergamo ha predisposto una procedura semplificata per l'iscrizione e ha definito che i costi saranno sostenuti dall'Amministrazione stessa. Tutte le indicazioni saranno date direttamente dall'Istituto comprensivo dove si iscriveranno gli studenti e le studentesse provenienti dall'Ucraina.
 

Informazioni

Le informazioni per le persone in fuga dalla guerra in Ucraina sono disponibili sul sito ufficiale dell'Unione europea.

Il servizio contact center del Dipartimento della protezione civile fornisce informazioni anche in lingua ucraina. Il servizio è disponibile dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 20:00:

È online un opuscolo della Protezione civile contenente informazioni su: accoglienza, protezione temporanea, assistenza, assistenza sanitaria, istruzione, lavoro e un breve elenco di numeri telefonici utili. L'opuscolo contiene i collegamenti alle pagine dei siti istituzionali per fornire utili riferimenti alle persone che hanno bisogno di indicazioni per accedere a servizi e agevolazioni in Italia.
Consulta l'opuscolo in lingua:

È inoltre disponibile un opuscolo con le "Domande e risposte per la popolazione proveniente dall’Ucraina".
Consulta l'opuscolo in lingua:

Helpline Save the Children

Save the Children ha reso disponibile una Helpline telefonica per rispondere alle richieste di sostegno immediato per nuclei familiari e minori ucraini soli, arrivati in Italia.
L'helpline può essere attivata direttamente da minori e dalle famiglie giunte in Italia e da Enti locali, servizi socio-sanitari, strutture di accoglienza che necessitano di supporto in relazione all'accoglienza di minori e nuclei ucraini.
L'helpline assicura:

  • mediazione linguistico culturale telefonica (nelle lingue russo, ucraino e bielorusso)
  • orientamento e supporto legale
  • primo supporto e sostegno psicologico ed emotivo post evento traumatico, identificazione ed eventuale presa in carico di situazioni di particolare vulnerabilità
  • assistenza alle procedure di ricongiungimento.

L'helpline è disponibile dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 17:00:

Corsi di italiano

Per conoscere i corsi di italiano a Bergamo, sia gratuiti che a pagamento, consultare la pagina facebook della Scuola Ataya.

Autorità ucraine in Italia

Consolato Generale d'Ucraina a Milano
Sito: https://milan.mfa.gov.ua/it
Indirizzo: via Ludovico di Breme, 11, 20156 Milano MI
Tel. 02 801333


Ambasciata dell’Ucraina in Italia
Sito: https://italy.mfa.gov.ua/it
Indirizzo: via Guido d'Arezzo, 9, 00198 Roma RM
Tel. 06 841 26305 – (+39) 06 841 2630

L'Ambasciata d'Ucraina in Italia ha emanato tre note verbali:

  • i cittadini e le cittadine ucraine senza documenti del proprio Paese saranno identificati nei consolati
  • la durata dei passaporti ucraini è prolungata fino a 5 anni e i minori di 16 anni possono essere inseriti sui passaporti dei genitori
  • i certificati di identità sostitutivi saranno rilasciati da consolati per 12 mesi e conterranno informazioni aggiuntive sugli accompagnatori (tutori) dei cittadini ucraini di età inferiore a 18 anni.
     
Contributo

Dal sito del Dipartimento della Protezione Civile è raggiungibile la piattaforma che consente ai profughi provenienti dall'Ucraina di richiedere il contributo di sostentamento pari a 300,00 € a persona al mese per adulto e a un'integrazione di 150 euro al mese per ciascun minore di 18 anni al seguito.

Per avere diritto al contributo devi aver presentato, entro il 30 settembre 2022, domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea presso la Questura - Ufficio immigrazione della città in cui ti trovi. A questa condizione - e se hai i requisiti richiesti per i mesi di ottobre, novembre e dicembre - hai tempo fino al 31 dicembre 2022 per richiedere il contributo.

NB: Se presenti domanda di permesso di soggiorno dopo il 30 settembre 2022 non puoi, al momento, richiedere il contributo. È probabile però che il Governo italiano stabilisca una proroga di tale termine. Ti invitiamo quindi a consultare periodicamente il sito https://www.protezionecivile.gov.it dove saranno comunicate eventuali nuove misure.
 

In Comune di Bergamo…

Accoglienza

Per le cittadine e i cittadini ucraini è stato predisposto dal Consiglio di rappresentanza dei Sindaci di Bergamo un vademecum sull’accoglienza.
Il Comune di Bergamo, con la collaborazione di Refugees Welcome, sostiene l'accoglienza in famiglia diffusa sul territorio attraverso la costituzione dell'Albo delle famiglie accoglienti. L'iniziativa si propone di mettere in contatto persone desiderose di accogliere con persone rifugiate che vogliono abitare in famiglia, accompagnando le convivenze con operatori e mediatori per facilitare l'inclusione.

L'accoglienza domestica è un modello in cui il Comune di Bergamo ha scelto di credere e che oggi si rivela essenziale a fronte degli arrivi causati dall'emergenza ucraina, come testimoniano le numerose famiglie che fin dai primi giorni di questa emergenza hanno aperto le loro case.

Le famiglie e le persone singole maggiorenni disponibili all'accoglienza di ucraini possono presentare richiesta attraverso il modulo di Refugees Welcome.

I rifugiati ucraini posso richiedere ospitalità presso una famiglia a Bergamo compilando il modulo di Refugees Welcome Italia (il modulo è presente anche in lingua ucraina).

Inoltre la piattaforma #OffroAiuto del Dipartimento della Protezione Civile che consente a cittadini, aziende ed enti del Terzo Settore o del Privato Sociale di offrire beni, servizi e alloggi per sostenere la popolazione ucraina. 

Donazioni materiali

L'associazione Zlaghoda gestisce una raccolta di farmaci, cibo e vestiti che vengono spediti in Ucraina e ai confini alle persone che ne hanno più bisogno presso gli ex magazzini generali in via Rovelli 21 a Bergamo.
Aperture (al mattino solo su appuntamento):

- da lunedì a venerdì, dalle ore 14:00 alle ore 19:00

- sabato e domenica, dalle ore 9:00 alle ore 19:00.

Per maggiori informazioni contattare: 346.8453346.

Consulta l'elenco dei materiali necessari di seguito:

- prodotti per bambine/i: omogeneizzati, latte in polvere, pannolini

- prodotti igienici: pannolini per adulti, salviettine umidificate, assorbenti

- cibo a lunga conservazione: tonno e carne in scatola, ceci e fagioli in scatola, riso, pasta, legumi, caffè e cacao solubile, frutta secca sgusciata e confezionata, barrette proteiche, snack e barrette dolci con cioccolato

- apparecchi elettrici: torce frontali, torce elettriche, pile, powerbank con cavo

- abbigliamento: vestiti per donne, uomini e bambine/i, primaverili ed estivi: calzini e biancheria intima nuova; t-shirt; felpe, pantaloni e pantaloncini

- prodotti medico-sanitari: bendaggi, tamponi, lacci emostatici, soluzione fisiologica in bottiglie di plastica; antidolorifici, antiinfluenzali, antibiotici, calmanti, sciroppi per la tosse, spray per naso e pomate per ustioni.

 

Donazioni fondi

È attiva la sottoscrizione "Un aiuto per l’Ucraina", una raccolta fondi a favore della popolazione ucraina. L’iniziativa è promossa da Caritas bergamasca, L'Eco di Bergamo e dalla Fondazione della Comunità bergamasca con il sostegno del Comune di Bergamo.

La raccolta fondi è destinata all'accoglienza di donne, bambini, anziani che sono costretti a lasciare le proprie case, a causa della guerra.

Se vuoi dare il tuo contributo:

- attraverso la Caritas: https://dona.caritasbergamo.it/crisi_ucraina/

- oppure con bonifico:

Intestato a: FONDAZIONE DELLA COMUNITA BERGAMASCA ONLUS

Causale: EROGAZIONE LIBERALE – EMERGENZA UCRAINA

Banca: BANCA INTESA

IBAN: IT 58 U 03069 09606 100000185910

Swift/Bic: B C I T I T M M

Puoi trovare questa pagina in

Sezioni: Servizi sociali
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
Ultimo aggiornamento: 09/11/2022 12:10.35