Chiedere il congedo biennale retribuito per assistenza familiare con handicap

Chiedere il congedo biennale retribuito per assistenza familiare con handicap

Il congedo biennale retribuito spetta ai parenti beneficiari (coniuge, genitori, figli, fratelli e sorelle, parenti e affini fino al terzo grado con condizioni diverse di priorità), di familiari in condizioni di handicap grave, ed in possesso della certificazione di riconoscimento della Legge 5 febbraio 1992, n.104,articolo 3 comma 3, che viene rilasciata dalla ASL/INPS di competenza.

E’ retribuito con riferimento alle voci fisse e continuative del trattamento, è coperto da contribuzione figurativa, non matura ferie.

È cumulabile con il congedo non retribuito ma nel limite massimo di due anni di assenza in totale in tutta la vita lavorativa.

E’ retribuito con riferimento alle voci fisse e continuative del trattamento, è coperto da contribuzione figurativa, non matura ferie.

Requisiti oggettivi

Per poter usufruire del congedo biennale retribuito è necessario che il parente che necessita di assistenza sia convivente con il dipendente che lo richiede. La residenza deve coincidere oltre che per il Comune anche per indirizzo e numero civico, mentre possono essere due interni diversi.

Se durante il periodo di congedo il parente assistito necessitasse di ricovero temporaneo, il congedo si interrompe a meno che la struttura ove deve essere ricoverato, non certifichi la necessità di assistenza continua da parte del parente.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Lavoro
Ultimo aggiornamento: 05/12/2020 12:44.03