Valutare lo stato di conservazione della copertura in cemento-amianto

Valutare lo stato di conservazione della copertura in cemento-amianto

Regione Lombardia ha approvato un algoritmo per valutare le condizioni delle coperture in cemento-amianto al fine di individuare gli interventi (monitoraggio o bonifica) che il proprietario dell'immobile o il responsabile dell'attività per il quale l'immobile viene usato, dovrà attuare.

Se i danni consistono in crepe, fessure evidenti o rotture e riguardano almeno il 10% dell'estensione totale della superficie, si procede alla bonifica se invece la superficie appare integra, quindi in caso di danni meno evidenti, è necessario calcolare l'Indice di Degrado.

Approfondimenti

L'Indice di Degrado

L'Indice di Degrado consente di valutare lo stato di conservazione attraverso l'ispezione visiva ed il risultato è un numero a cui corrispondono le azioni che dovranno essere attuate sull'immobile.

In base al risultato ottenuto gli interventi da attivare saranno:

  • nessun intervento e riesame con frequenza biennale (ID inferiore o uguale a 25)
  • esecuzione della bonifica entro 3 anni (ID compreso tra 25 e 44)
  • rimozione della copertura entro i successivi 12 mesi (ID uguale o maggiore di 45)

Nel caso in cui non l'ID ottenuto non è tale da richiedere la rimozione della copertura entro 12 mesi, il proprietario o il responsabile dovrà comunque:

  • nominare un responsabile per la manutenzione dei materiali in amianto
  • predisporre la documentazione che consenta di individuarne l'ubicazione
  • garantire efficaci misure di sicurezza durante le attività di pulizia, gli interventi di manutenzione e in occasione di ogni evento che possa creare un disturbo ai materiali contenenti amianto
  • informare correttamente gli occupanti dell'edificio sulla presenza di amianto nello stabile.
Metodi di bonifica

I metodi di modifica previsti dalla normativa sono:

  • la sovracopertura che consiste nell'installare una nuova copertura al di sopra di quella esistente in amianto-cemento che verrà comunque lasciata se la struttura portante può supportare un carico permanente aggiuntivo
  • l'incapsulamento che prevede la pulizia della superficie della copertura da ricoprire e quindi l'utilizzo di appositi prodotti ricoprenti. Il trattamento finale dovrà essere certificato dall'impresa esecutrice e resta a carico del committente l'obbligo di verificarne lo stato di conservazione
  • la rimozione che prevede la totale asportazione della copertura in cemento amianto e la sostituzione con altra copertura.
Convenzione per rimozione e smaltimento di materiali contenenti amianto in matrice compatta (M.C.A)

L’Amministrazione Comunale di Bergamo è da sempre impegnata nella promozione di azioni legate al miglioramento della qualità ambientale del proprio territorio. Nel caso specifico, negli anni sono stati promossi e sostenuti una serie di progetti e iniziative finalizzati alla rimozione e smaltimento di Materiali Contenenti Amianto in matrice compatta (M.C.A.).

Nell’ambito del territorio del Comune di Bergamo insistono fabbricati di piccole e grandi dimensioni costituiti in parte da manufatti in cemento-amianto in matrice compatta, il cui di degrado e/o abbandono potrebbe potenzialmente arrecare criticità dal punto di vista ambientale e della salute pubblica per la cittadinanza;

La procedura da seguire per effettuare le bonifiche dei siti con M.C.A., comporta oneri a volte ingenti a carico del proprietario, nonché complesse incombenze di carattere amministrativo, tenuto conto altresì che la rimozione deve avvenire attraverso Aziende specializzate iscritte ad apposito Albo. Queste difficoltà tecnico-amministrative-economiche possono costituire un disincentivo allo smaltimento e, di conseguenza, favoriscono indirettamente l’abbandono dei manufatti in M.C.A. sul territorio comunale, causando un grave danno ambientale e sanitario.

Fermo restando che la rimozione di M.C.A. è obbligo dei proprietari, l’Amministrazione Comunale ha ritento opportuno promuovere iniziative di incentivazione alla rimozione dell’amianto volte anche al calmieramento dei prezzi, attraverso la stipula di una “Convenzione per interventi di rimozione e smaltimento di Materiali Contenenti Amianto in Matrice Compatta (M.C.A.) provenienti da utenze domestiche nel territorio comunale” con Aziende specializzate selezionate con procedure a evidenza pubblica tramite la Piattaforma dell’Agenzia Regionale Centrale Acquisti (ARCA) - Sistema di Intermediazione Telematica di Regione Lombardia (SINTEL).

In esito alla procedura espletata sono state individuate le seguenti Aziende qualificate iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali – Categoria 10 A e/o B, che si sono rese disponibili ad intervenire sul territorio su richiesta dei cittadini eventualmente interessati, alle condizioni ed ai prezzi esplicitati nelle Convenzioni pubblicate sul sito comunale:
AT SRL (P.IVA 03002420168) con Sede Legale in Via C. Golgi, 10 - 24060 Rogno (BG), mail info@at-srl.com, tel. 035.43 40 064;
MONZANI UBALDO & FIGLI SRL (P.IVA 5896370961) con Sede Legale in Via G. Donizetti, 21 - 20872 Cornate D'adda (MB), mail monzani@monzaniubaldo.com, tel. 039. 69 26 751;
PROG.ECO SRL (P.IVA 04247150966) con Sede Legale in Via F. Argelati, 10 - 20143 Milano (MI), mail info@progecosrl.net - amministrazione@progecosrl.net, tel. 038.24 88 368.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Ultimo aggiornamento: 22/06/2019 08:40.22