Dal deserto di El Alamein è arrivato un carro armato.

In stazione, proveniente da Torino, è arrivato il carro armato che l’Associazione Carristi di Bergamo ha donato al Comune e che a giorni verrà posizionato in Rocca… Dopo essere stato scaricato dal vagone con mille attenzioni, su un carro speciale, il cingolato ha attraversato il centro della Città, tra la curiosità di chi lo stava aspettando e, dopo una breve e simbolica sosta alla Torre dei Caduti, è stato preso in consegna dai militari. Nei prossimi giorni dopo averlo verniciato ed averne cambiato i cingoli, corrosi dalla sabbia, verrà portato in Rocca dove sarà la sua sede definitiva. Il carro arriva dal deserto di El Alamein, in Egitto, zona dove nel 1942, nel corso della Seconda Guerra, si svolsero importanti e sanguinose battaglie che coinvolsero anche militari italiani, molti dei quali morirono. Ad El Alamein c’è infatti il Sacrario Militare Italiano dove vi sono oltre 5.000 caduti. Il carro è un M15/42 del peso di 14 tonnellate, lungo 5,5 metri, largo 2,30, alto 1,80. A parte la mancanza della mitragliatrice e del cannone, il carro risulta, per tutto il resto, completo di equipaggiamento. Il problema che preoccupa i militari però riguarda il suo trasporto sino alla Rocca, specialmente per strade in Città Alta che dovranno essere percorse e per la rampa gradinata di accesso finale della Rocca.