Avviso pubblico per l’assegnazione temporanea di spazi pubblici finalizzata a garantire la ripresa delle attività di somministrazione di alimenti e bevande nel rispetto delle misure di distanziamento sociale

Avviso pubblico
     
  1. SOGGETTI AMMESSI ALLA SELEZIONE - AREE INDIVIDUATE E PERIODO DI SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÁ

Possono partecipare alla selezione per ottenere l’assegnazione delle aree di seguito individuate,i gestori delle attività di somministrazione di alimenti e bevande che siano in possesso dei requisiti indicati nelle sezioni relative od ogni singolo spazio.

Le areee il periodo di concessione sono i seguenti:

  • Parco della Crotta, dalla data di assegnazione fino al 4 ottobre 2020
  • Piazza Vecchia, dalla data di assegnazione fino al 31 ottobre 2020
  • Parco di sant’Agostino, dalla data di assegnazione fino al 4 ottobre 2020
  • Area esterna parco Goisis, dalla data di assegnazione fino al 13 settembre 2020
  • Parco della Trucca, dalla data di assegnazione fino al 13 settembre 2020
  • Parco Brigate Alpine (via Quasimodo),dalla data di assegnazione fino al 4 ottobre 2020

 

  1. PRESCRIZIONI SPECIFICHE PER SINGOLA AREA

 

PARCO LA CROTTA

Per quanto riguarda la concessione dell’area del parco la Crotta, l’Amministrazione comunale intende privilegiare operatori di Città Alta, che si propongono eventualmente anche in forma associata, i quali  non dispongano di spazi pubblici potenzialmente utilizzabili per la somministrazione nelle vicinanze dei loro esercizi. Gli stessi operatori dovranno garantire lo spazio per il gioco dei bambini nelle ora diurne.

Il termine di chiusura è previsto per le ore 24:00.Il concessionario dello spazio dovrà assicurare la pulizia dell’area utilizzata e la chiusura serale del parco.

 

PIAZZA VECCHIA (spazio antistante l’ex Taverna Colleoni).

Tale spazio verrà assegnato a un operatore della ristorazione o della somministrazione che assicuri un servizio di qualità consono al prestigio del luogo, con titolo di premialità per gli operatori di Città Alta e per coloro che nelle vicinanze dei loro esercizi non dispongono di spazi pubblici potenzialmente utilizzabili per la somministrazione.

Non è consentito l’allestimento di attrezzature per la cottura dei cibi.

Il termine di chiusura serale dell’attività è previsto per le ore 24:00.

 

PARCO SANT’AGOSTINO

All’interno del parco di Sant’Agostino, gli spazi verranno assegnati a soggetti che nelle vicinanze dei loro esercizi non dispongono di spazi pubblici potenzialmente utili per la ristorazione o la somministrazione; costituiranno titolo di premialità le domande che perverranno in forma associata.

Il termine dell’attività di somministrazione è previsto per le ore 01:00.

Il concessionario dello spazio dovrà assicurare la pulizia dell’area utilizzata e la chiusura serale del parco.

 

AREA ESTERNA AL PARCO GOISIS

Nella concessione di questa area l’Amministrazione comunale intende privilegiare le proposte presentate in forma associata.

Il  termine della somministrazione di alimenti e bevande da domenica a giovedì e fissato per le ore 01:00

Il  termine della somministrazione di alimenti e bevande è fissato il venerdì, sabato e prefestivi per le ore 02:00.

 

PARCO LA TRUCCA

Nella concessione dell’area l’Amministrazione comunale intende privilegiare le proposte presentate in forma associata.

Il termine della somministrazione di alimenti e bevande da domenica a giovedì e fissato per le ore 01:00

Il termine della somministrazione di alimenti e bevande è fissato il venerdì, sabato e prefestivi per le ore 02:00.

il concessionario dello spazio dovrà assicurare la pulizia dell’area utilizzata e la chiusura serale del parco.

 

PARCO BRIGATE ALPINI DI VIA QUASIMODO

All’interno del Parco Brigate Alpini lo spazio sarà assegnato con preferenza a operatori del quartiere che si propongono eventualmente anche in forma associata, i quali non dispongano di spazi pubblici potenzialmente utilizzabili per la somministrazione nelle vicinanze dei loro esercizi. Gli stessi operatori devono garantire lo spazio per il gioco dei bambini nelle ore diurne.

Il termine di chiusura serale dell’attività è previsto per le ore 24:00.

  1. MODALITÁ E TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE

I soggetti interessati alla partecipazione al presente avviso, devono presentare:

- una proposta di occupazione di uno spazio,

- una relazione tecnico/descrittiva delle strutture e degli arredi che verranno utilizzati, - accompagnata dai disegni tecnici (delle strutture) in scala 1:50 (piantine, prospetti e sezioni)

- una puntuale descrizione sui sistemi previsti di prenotazione, pulizia e sanificazione e sorveglianza degli spazi, in ottemperanza a quanto disposto dal DPCM richiamato entro il giorno 9 giugno 2020 presso l’Ufficio Protocollo del Servizio Gestione documentale, Piazza Matteotti n. 3, 24122 Bergamo. Si ricorda che i cittadini potranno accedere ai servizi di sportello dell'ufficio protocollo presso la Casa comunale solo su appuntamento, chiamando dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30 al numero telefonico 366 5617040.

Il plico dovrà indicare all’esterno i dati identificativi del soggetto richiedente e la seguente dicitura: “richiesta di assegnazione temporanea dello spazio pubblico di xxxxxxxx (indicare l’area prescelta)”.

Esso dovrà contenere, pena l’esclusione, i documenti sopra indicati e copia fotostatica di un documento di identità.

La mancata presentazione o l’incompletezza anche solo di uno dei documenti richiesti comporta la non ammissione alla selezione.

  1. CRITERI DI SELEZIONE DELLE PROPOSTE E APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA

Le proposte saranno valutate da una commissione tecnica presieduta dal dirigente della Direzione e da funzionari competenti per materia, nell’ambito di una procedura di selezione comparativa delle stesse, che tenga conto degli elementi programmatori e operativo-gestionali desumibili dalla documentazione presentata.

Nell’esame delle proposte saranno valutati i seguenti elementi attraverso l’attribuzione di punteggi nella misura di seguito indicata:

  1. aggregazione di più gestori – max20 punti
  2. progettazione, così come previsto dal DPCM del 17/05/2020, di efficaci strumenti di prevenzione di assembramenti attraverso la rigorosa gestione della prenotazione dei tavoli, nonché efficaci sistemi di pulizia e sanificazione, sorveglianza e controllo, – max35 punti
  3. qualità delle strutture da collocare nell’area prescelta – max45 punti.

Verranno ammessi alla selezione i soggetti che otterranno un punteggio complessivo di almeno 60/100.

Al termine della valutazione delle proposte, il dirigente approva la graduatoria e concede l’area al/ai soggetto/i selezionato/i.

  1. PRESCRIZIONI COMUNI A TUTTE LE AREE ADEMPIMENTI A SEGUITO DELL’ASSEGNAZIONE

Si ritiene, nella concessione delle aree citate, di:

  • consentire l’allestimento di attrezzature per la cottura dei cibi (ad eccezione di Piazza Vecchia);
  • prevedere il solo servizio al tavolo;
  • in caso di domande singole, assegnare ad ogni gestore una quota parte dello spazio disponibile. La valutazione dello spazio concedibile verrà fatta sulla base delle domande pervenute;
  • valutare, come già indicato, oltre alla qualità delle strutture proposte, la progettazione delle modalità di controllo finalizzato ad evitare assembramenti e a garantire la massima sicurezza sanitaria, attraverso la pulizia e la sanificazione degli spazi assegnati;
  • prevedere il solo pagamento della Tari, il versamento della cauzione nonché un’assicurazione di responsabilità civile verso gli utenti.

Adempimenti successivi:

A seguito della concessione dell’area, il servizio commercio informerà tempestivamente l’aggiudicatario degli esatti adempimenti di carattere tecnico e amministrativo richiesti (documentazione relativa alle strutture installate, eventuali certificati di corretto montaggio, eccetera).

Il concessionario dovrà comunque provvedere a trasmettere all’Ufficio Commercio, suolo pubblico ed eventi, prima dell’inizio dell’attività di somministrazione, la seguente documentazione:

  • SCIA per l’avvio di una nuova attività di somministrazione di alimenti e bevande;
  • attestazione di avvenuto pagamento della TARI (tariffa rifiuti e servizi), il cui importo verrà calcolato dall’Ufficio Tributi;
  • stipulazione di contratto per la fornitura di energia elettrica mediante allacci temporanei ai punti di fornitura;
  • versamento del deposito cauzionale, a garanzia del perfetto mantenimento dello stato di fatto delle aree concesse, determinato in proporzione allo spazio concesso. Tale cauzione sarà svincolata a seguito della verifica, da parte degli uffici competenti, dell’esatto ripristino delle aree concesse;
  • copia di polizza assicurativa che preveda una garanzia di responsabilità civile per danni a terzi. La somma assicurata per la responsabilità civile verso terzi non deve essere inferiore a € 3.000.000,00. La predetta polizza deve essere costituita e stipulata con imprese bancarie o di assicurazione iscritte nell’elenco dei soggetti ammessi ad accedere all’esercizio delle assicurazioni contro i rischi e i danni in regime di libera prestazione di tali servizi nel territorio nazionale;
  • idoneità statica delle strutture temporanee allestite e il certificato di corretto montaggio delle stesse;
  • idonea certificazione di omologazione per reazione al fuoco di rivestimenti, arredi e teli, (tutti i materiali combustibili), in corso di validità;
  • dichiarazione di conformità ex D.M. 37/08 degli impianti elettrici, completa di tutti gli allegati obbligatori, (con particolare rilevanza all’impianto di illuminazione ordinaria e di emergenza, all’impianto di distribuzione dell’energia, al collegamento agli apparecchi elettrici utilizzatori, ai dispositivi di protezione), rilasciata da azienda installatrice, in possesso dei requisiti specifici di legge e abilitata all’installazione degli impianti;
  • dichiarazione di conformità ex D.M. 37/08 degli impianti per la distribuzione e l'utilizzazione di gas combustibile, completa di tutti gli allegati obbligatori, (con particolare rilevanza allo stoccaggio e al posizionamento di bombole di GPL, ai luoghi ove sono collocati gli apparecchi utilizzatori, al sistema di collegamento tra i recipienti contenenti il combustibile e gli apparecchi utilizzatori), rilasciata da azienda installatrice in possesso dei requisiti specifici di legge e abilitata all’installazione degli impianti.

Attività di intrattenimento

In nessuna area concessa potranno essere organizzate attività di intrattenimento (concerti e/o spettacoli di qualsiasi natura). E consentita esclusivamente musica di sottofondo.

Strutture

Per lo svolgimento dell’attività devono essere utilizzate strutture adeguate, che garantiscano la sicurezza dei fruitori dell’area e dei lavoratori. Il concessionario si impegna a non modificare lo stato di fatto dei manufatti e del verde presenti nell’area occupata e dovrà adottare tutte le misure e le precauzioni finalizzate al mantenimento del suolo e del verde pubblico.

Per l’allestimento delle strutture non devono transitare nelle aree mezzi definiti “pesanti”, al fine di evitare danni alle pavimentazioni e agli apparati radicali delle alberature presenti nelle zone verdi.

Prima dell’inizio degli allestimenti deve essere concordato con il corpo di Polizia locale e/o Servizio Valorizzazione opere del verde il punto d’accesso per i mezzi impiegati nel trasporto, scarico ed allestimento delle attrezzature ed impianti necessari allo svolgimento delle attività di somministrazione.

Ove presenti, si ricorda che non devono essere utilizzate le alberature presenti come supporto per cavi, stendardi pubblicitari, luminarie o altro materiale.

Luce - acqua - rifiuti – bagni chimici

Devono essere richiesti ed ottenuti, a cura e spese dell’organizzatore, gli allacci temporanei per la fornitura di energia elettrica e dovranno essere individuati opportuni sistemi di raccolta, allontanamento e/o smaltimento delle acque reflue prodotte nell’espletamento dell’attività, secondo modalità concordate con l’Amministrazione.

L’operatore deve garantire ed organizzare la pulizia periodica e la sanificazione delle superfici occupate.

Le modalità di raccolta differenziata dei rifiuti devono essere concordate con Aprica spa. In ogni caso, nell’effettuare la raccolta differenziata all’interno dell’area concessa, deve essere realizzata un’idonea area di raccolta e smaltimento dei rifiuti, adeguatamente schermata e inaccessibile al pubblico e tutte le tipologie di rifiuti devono essere conferiti in appositi cassonetti/bidoni. Deve essere installato, ove necessario, un numero adeguato di bagni chimici, collocati in posizione poco visibile e ad opportuna distanza dall’area adibita alla somministrazione. L’area dei bagni chimici deve essere adeguatamente schermata con allestimenti quali piante, pannellature e/o tendaggi, tali da evitare un impatto indecoroso rispetto al contesto circostante. Devono essere eseguite regolarmente le relative operazioni di pulizia.

Vigilanza

Deve essere assicurato, durante lo svolgimento dell’attività di somministrazione e fino al termine della stessa, un servizio di vigilanza attraverso idoneo personale che garantisca il rispetto e il mantenimento del distanziamento personale e sociale.

Modalità di somministrazione

La somministrazione di alimenti e bevande deve essere effettuata esclusivamente con servizio di consegna e ritiro direttamente al tavolo da parte dal personale di servizio, che è altresì tenuto al controllo che gli avventori consumino al tavolo.E’ vietata la somministrazione per asporto, sia di cibi sia di bevande.

Utilizzo POS

Presso le casse devono essere esposti i listini prezzi delle consumazioni in modo chiaro e visibile. Inoltre l’esercente deve essere provvisto di uno o più strumenti di accettazione di pagamenti elettronici (POS fisici o borsellini su smartphone) e non può rifiutare un pagamento elettronico, indipendentemente dall’importo dello stesso.

Consegna e restituzione delle aree

Prima dell’inizio dell’occupazione, il concessionario deve prendere accordi con il personale del Servizio Valorizzazione opere del verde per procedere alla formale consegna dell’area. In tale occasione si procede ad un sopralluogo congiunto dello stato di fatto dei luoghi, a seguito del quale è redatto un verbale di consegna al fine di verificare, al termine della concessione, che i luoghi siano ripristinati nelle stesse condizioni in cui sono state consegnati.

Il concessionario deve restituire gli spazi e le aree di cui ha avuto la disponibilità nel medesimo stato in cui li ha ricevuti, provvedendo alla rimozione di tutte le attrezzature utilizzate e al ripristino delle aree occupate. Per quanto concerne il verde pubblico, si precisa che il ripristino delle aree del parco della Trucca, del parco Goisis, del parco di Sant’Agostino, del parco della Crotta  e dell’area verde esterna al Parco Goisis deve essere eseguito con risemina del tappeto erboso, secondo i normali criteri agronomici, con assoluta esclusione del semplice spargimento delle sementi da prato in superficie.

L’organizzatore è tenuto a fotografare l’area concessa all’inizio del periodo di occupazione; la documentazione fotografica è conservata dall’Ufficio Commercio, suolo pubblico ed eventi e servirà per la valutazione, a cura del Servizio Opere del verde, dell’esatto ripristino dell’area al termine della concessione. Qualora i tecnici comunali dovessero rilevare un danneggiamento delle aree concesse, l’ufficio competente incamera la cauzione (in maniera proporzionale ai danni arrecati) e si avvale, se necessario, della polizza assicurativa per sostenere il costo del corretto ripristino dell’area.

DIRITTO DELL’AMMINISTRAZIONE

L’Amministrazione si riserva l’insindacabile facoltà, in base a sopravvenute esigenze, di prorogare, sospendere o revocare la presente procedura di selezione prima dello svolgimento della stessa, senza che i proponenti possano vantare diritti di sorta.

L’amministrazione si riserva, altresì, la facoltà, anche al termine della procedura di selezione, di non procedere alla concessione di spazi, per sopravvenute ragioni che rendano inopportuna la realizzazione della proposta presentata.

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E TERMINE DI CONCLUSIONE

Ai sensi dell’art. 5 della legge 7 agosto 1990, n. 241, il responsabile del procedimento è Simona Gava (tel. 035 399351 - e-mail: sgava@comune.bg.it). Il termine di conclusione del presente procedimento è fissato in trenta giorni dal termine di presentazione delle proposte fissato dal presente avviso. I dati acquisiti saranno trattati in conformità alla normativa sulla privacy (d.lgs.n. 196 del 2003). Il presente avviso e la domanda di partecipazione sono pubblicati sul sito nella sezione avvisi pubblici.

Ultimo aggiornamento: 05/06/2020 12:18.28