Semplificazione, nuova procedura per il cambio di residenza nella città di Bergamo

Dagli uffici
     

Il Comune di Bergamo snellisce e semplifica le procedure per il cambio di residenza in città: un cambio sostanziale, per un servizio molto usufruito, che va nella direzione di una completa digitalizzazione non solo delle richieste di nuova residenza, ma anche di accertamento da parte della Polizia Locale.

Il servizio è disponibile sul sito del Comune di Bergamo cercando “cambio di residenza”: la schermata introduce il servizio che è poi disponibile direttamente sulla pagina, con tutte le dovute informazioni. Per accedere è sempre necessaria l’identità SPID o la lettura della propria carta CNS: una volta ottenuto l’accesso si apre un modulo virtuale nel quale è possibile fornire tutti i dati necessari alla richiesta di cambio di residenza, identità, nuovo indirizzo, composizione della famiglia convivente. Sarà necessario allegare i documenti richiesti (come una copia o anche solo una foto della carta d’identità o degli altri documenti necessari all’istanza).

In pochi minuti è quindi possibile inoltrare e protocollare la propria richiesta senza doversi più recare agli sportelli degli uffici del Comune di Bergamo. Il sito del Comune di Bergamo garantisce un servizio di assistenza per quel che riguarda tutti i servizi, semplicemente cliccando il servizio direttamente dalla pagina del servizio richiesto.

Ogni anno a Bergamo sono diverse migliaia le istanze di cambio di residenza (persone che arrivano a Bergamo da fuori città): sono state 3.377 nel 2020, nel 2019 furono 4.469. Dati a cui si aggiungono i cambi di abitazione (ovvero residenti che cambiano abitazione rimanendo in città): nel 2020 questo tipo di istanze sono state 2.222, nel 2019 ben 2.677. Nel 2020, di oltre 5000 pratiche, solo 184 sono avvenute online: per questo il Comune di Bergamo ha deciso di intervenire su questo servizio, tra i più complessi e richiesti tra quelli su cui lavorano i servizi anagrafici della città.

Semplificazioni in arrivo anche per gli accertamenti da parte della Polizia Locale, che sarà dotata di un nuovo software, M Accerta della ditta Maggioli. In questo modo è possibile ridurre drasticamente il consumo di carta nell’Amministrazione: basti pensare che nel 2020 gli agenti hanno svolto 14.273 accertamenti di residenza (perché sono necessari spesso più passaggi per trovare i nuovi residenti), 19.016 nel 2019, 17.086 nel 2018.

“Si tratta di una delle pratiche che richiede forse più allegati – commenta l’Assessore Giacomo Angeloni – e la mancanza di un solo allegato ha sempre sospeso la conclusione dell’istanza. Ora tutto diventa molto più facile, visto che il sistema guida il cittadino nella compilazione della richiesta di cambio di residenza. Spero che i nostri concittadini siano soddisfatti del nuovo servizio e aderiscano a questa modalità innovativa, anche se i cambi di residenza potranno essere svolti anche con il metodo tradizionale agli sportelli del Comune di Bergamo. Ringrazio i dipendenti dei servizi demografici, la Polizia Locale e il viceSindaco Gandi per aver lavorato alla realizzazione di questa iniziativa.”

A chi rivolgersi
Ultimo aggiornamento: 16/02/2021 17:17.27