Valutazione di incidenza, esclusione dalla procedura o attivazione della procedura semplificata/ordinaria
( Gli atti di pianificazione territoriale da sottoporre alla valutazione di incidenza sono presentati, nel caso di piani di rilevanza nazionale, al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e, nel caso di piani di rilevanza regionale, interregionale, provinciale e comunale, alle regioni e alle province autonome competenti. urn:nir:presidente.repubblica:decreto:1997-09-08;357~art5 )

Iter

Entro il termine di 60 giorni dalla ricezione della documentazione (Decreto del Presidente della Repubblica 08/09/1997, n. 357, art. 5, com. 6 e Deliberazione della Giunta regionale 08/08/2003, n. 7/14106, art. 6, com. 5, all. c) l'ente, con apposito provvedimento, esprime la valutazione di incidenza impartendo, anche a scopo cautelativo, le opportune prescrizioni relative alle modalità di realizzazione dell’intervento.

Entro 30 giorni dalla ricezione dell'istanza l'ente può respingerla o richiedere le integrazioni ritenute più opportune e necessarie per consentire la corretta valutazione dell’intervento proposto. Se sono richieste integrazioni, il termine per l’espressione del provvedimento finale decorre nuovamente dalla data di ricezione delle stesse.

Pagamenti
La presentazione della pratica non prevede alcun pagamento

Moduli da compilare e documenti da allegare
Istanza di esclusione dalla procedura di valutazione di incidenza o attivazione della procedura semplificata o ordinaria di valutazione di incidenza
Copia del documento d'identità
Ulteriori intestatari del procedimento
Ulteriori immobili oggetto del procedimento
Documentazione fotografica
Descrizione sintetica dell'intervento e opere connesse
Elaborati grafici
Localizzazione su scala adeguata dell’area di intervento su base C.T.R. 1:10.000
Progetto soggetto a valutazione di incidenza
Studio di incidenza
Ultimo aggiornamento: 01/10/2018 15:11.11